Mercato immobiliare

A Milano l'immobiliare guarda all'efficientamento energetico e a costruzioni green

Articolo di Katia Cortellezzi 10 maggio 2022
Real Estate Data Hub intervista Romano Grancagnolo, broker dell'agenzia RE/MAX Valori di Milano

Il 2021 è stato segnato da una generale ripresa del sistema economico. Già nei primi trimestri dello scorso anno, infatti, l’economia è ripartita con effetti positivi sulla crescita del Pil, che si è attestata a fine 2021 al 6,5%; in particolare, nell’ultimo trimestre la crescita è stata dello 0,6% rispetto al periodo precedente, segnalando la continuità della fase espansiva anche se in misura meno intensa rispetto a Q2 e Q3 (con crescita congiunturale rispettivamente del 2,7 e 2,6%), e del 6,4% in termini tendenziali, cioè rispetto allo stesso trimestre del 2020.

Il mercato residenziale risulta essere in piena ripresa: le transazioni realizzate nel 2021 sono state 190 mila in più rispetto a quelle del 2020 e 144 mila in più rispetto al 2019. Il mercato immobiliare è trainato dal nord Italia, dove si concentrano circa la metà delle transazioni. Ma è al Sud e nelle Isole che si registra l’incremento percentuale maggiore rispetto al 2020. 

In questa intervista rilasciata da Romano Grancagnolo, broker dell’agenzia RE/MAX Valori di Milano per Real Estate Data Hub approfondiamo le dinamiche che sta vivendo il mercato immobiliare nella città di Milano
 

Domanda e offerta: il mercato immobiliare a Milano

Domanda e offerta: il mercato immobiliare a Milano

E’ giunto il momento di fare un’analisi del mercato immobiliare nel 2021 per meglio capire le tendenze di questo nuovo anno.
Per parlare del 2021 dobbiamo partire da un’analisi che necessita di un confronto con il 2020, un anno di profonda trasformazione delle abitudini e delle esigenze causate dalla pandemia.
L’andamento dei prezzi nel 2020 e nel 2021 è stato condizionato dalla pandemia, dall’instabilità economica e politica e dal cambiamento degli stili di vita che hanno portato molti acquirenti a spostarsi in aree periferiche o fuori città per la ricerca della propria casa, all’insegna della convenienza e di spazi più ampi e aperti. La domanda è orientata verso unità con giardini, balconi, terrazzi e spazi da dedicare allo smart working ed altrettanta attenzione è rivolta all’efficientamento energetico. Caratteristiche determinanti anche per la scelta dell’abitazione nei prossimi anni. Già nei primi mesi del 2022, le grandi metropoli come Milano, stanno avendo un grande fermento nel comparto immobiliare portando spesso i prezzi, anche in zone più periferiche, a livelli di bolla immobiliare.
Questo ovviamente porta le persone a guardare soluzioni nella cosiddetta Milano metropolitana influenzando così un rialzo dei prezzi, anche se inferiore, nella provincia.
 

La situazione attuale e e uno sguardo al futuro

Ora che stiamo iniziando a lasciarci alle spalle il periodo pandemico ci troviamo a vivere una crisi mondiale per il conflitto Russia Ucraina e ci domandiamo dove investire. Gli importanti e preoccupanti balzi delle materie prime, non solo nel comparto energetico, comportano un aumento di tutti i costi di produzione che toccano inevitabilmente anche l’edilizia, già sotto pressione a seguito della legge sul 110%.
Possiamo capire come l’investimento immobiliare sia l’asset principale su cui puntano gli italiani.

L’andamento delle compravendite nei prossimi mesi sarà sicuramente influenzato dai diversi bonus dedicati al mondo della casa e dei condomini che sono stati studiati per rivitalizzare un settore che rappresenta il 30% dell’economia italiana. Teniamo presente che l’85% degli edifici italiani risultano antecedenti alla prima legge sulla efficienza energetica del 1991 e il 50% dello stock immobiliare è rappresentato da edifici edificati antecedentemente al 1975. Questo è il motivo per il quale sentiamo parlare sempre dell’esigenza di un maggior efficientamento energetico attraverso costruzioni green o riqualificazioni con un miglioramento della classe energetica.
 

Non solo compravendite: il mercato delle locazioni

Una fetta importante del mercato immobiliare è rappresentata dagli affitti, soprattutto nelle grandi metropoli come Milano. Le locazioni rappresentano un modello per abitare che sta vedendo una notevole evoluzione partita sicuramente prima del Covid. La pandemia ha, tra le altre cose, azzerato l’utilizzo degli immobili utilizzati per l’affitto breve che si sono convertiti da short rent ad affitti tradizionali, facendo così aumentare notevolmente lo stock immobiliare in locazione in un mercato quasi fermo con conseguente crollo dei prezzi.

La ripartenza delle locazioni si è avuta in seguito alla ripartenza delle università e alla riduzione dello smart working. I prezzi, che erano notevolmente calati nei grossi centri urbani, hanno visto un importante incremento nel primo trimestre 2022 soprattutto nei tagli più tradizionali come mono e bilocali. A fronte del permanere dello smart working continuerà la necessità di disporre in casa di uno spazio dedicato alla propria attività.
 

  • Cos'è Real Estate DATA HUB?

Il report che analizza l’andamento del mercato immobiliare in Italia, è giunto alla quarta edizione. Dopo una prima overview sull’andamento dell’economia italiana nel 2021, sulle prospettive per i prossimi mesi e una panoramica sul mercato immobiliare, il Centro Studi RE/MAX Italia, il Centro Studi Avalon Real Estate e l’Ufficio Studi 24MAX, hanno approfondito in questa seconda versione annuale del report, le dinamiche relative alle città di Roma e Milano nel 2021 per i singoli mercati analizzati: residenziale, logistico, direzionale e commerciale. Segue un focus sul mercato ricettivo, a continuazione del primo approfondimento sul tema inserito nella precedente edizione. Infine, è stato aggiunto un focus sui criteri ESG e sulla loro declinazione in ambito immobiliare, argomento di estrema attualità che continuerà ad acquisire importanza nel settore. Real Estate DATA HUB è uno strumento di analisi innovativo per tutti gli stakeholder del mercato immobiliare. Dati reali di transato, know how ed expertise confluiscono in un’unica banca dati che consente a DATA HUB di avere un punto di vista originale e costantemente aggiornato del panorama immobiliare italiano. Le analisi dello status quo e le considerazioni previsionali sono supportate da tabelle, grafici e infografiche estremamente puntuali, elaborati congiuntamente dai Centri Studi di RE/MAX Italia e Avalon Real Estate e dall’Ufficio Studi 24MAX.

  • Sei interessato a maggiori approfondimenti sul Mercato immobiliare in Italia?

Sfoglia e scarica l'edizione integrale del report annuale di DATA HUB "Analisi andamento mercato immobiliare 2021 e outlook 2022".

Katia Cortellezzi

Appassionata di comunicazione da 20 anni, con trascorsi da addetto stampa. Varesotta di nascita, oggi vivo e lavoro a Milano (in entrambi i casi una scelta dettata dall’amore!), una città che ho imparato a scoprire ed apprezzare per la sua continua evoluzione. Curiosa per natura, amo i libri e la musica. Lo ammetto…. vivo a pane, amore e rassegna stampa.

Visita il mio profilo