Agenti immobiliari

Qual è l’aspetto più importante da valutare nella scelta dell’agenzia immobiliare presso cui lavorare?

Articolo di Gerardo Paterna 28 agosto 2019

Il mercato immobiliare esprime numeri importanti e tante sono le offerte di lavoro. Ecco come scegliere l’agenzia immobiliare giusta per iniziare la tua carriera!

Crisi del lavoro nell'immobiliare? Neanche per sogno!

Il tema del lavoro, tra crisi ed opportunità, occupa le prime pagine dei giornali e delle agende politiche di chi governa. Sull’occupazione si gioca una partita di consenso elettorale e di gettito fiscale rilevanti.

Secondo l'Istat, nel primo trimestre 2019 si è registrato un lieve aumento dell’occupazione rispetto al trimestre precedente (+0,1%), in un contesto di calo della disoccupazione e dell’inattività.

Nonostante questo trend positivo, l'Istituto Nazionale di Statistica, nel suo rapporto Il mercato del lavoro 2018, evidenzia 2 aspetti:

  1. rimane ampia la distanza dell’Italia dall’Ue15 sia nella partecipazione sia nella struttura occupazionale;
  2. per raggiungere il tasso di occupazione della media Ue15 (67,9%, contro il 58,0% italiano), il nostro paese dovrebbe avere circa 3,8 milioni di occupati in più.

Mentre la volontà politica del Paese dovrà muoversi per colmare questa forbice con i cugini europei, i dati del mercato immobiliare presentano numeri davvero interessanti.

L'immobiliare delle opportunità per una carriera in crescita

Il settore immobiliare residenziale, al centro dell'osservazione degli operatori e dove si concentrano numeri e dinamiche significative, secondo il Rapporto dell'Agenzia delle Entrate 2018 gode di buona salute. 

L'anno si è concluso con 578.647 compravendite (+6,5% rispetto al 2017) ed un fatturato stimato pari a 94,3 miliardi di euro.

Secondo l'indagine condotta da Fimaa e Nomisma sulla figura dell'agente immobiliare, nell'ultimo quinquennio il 63% degli italiani si è affidato a quest'ultimo per esigenze legate all'acquisto e alla vendita di casa. Il che ci porta stimare che la "torta" delle provvigioni generate dall'intermediazione nel 2018 sia di circa 3 miliardi di euro.

Non male, vero?

Se stai pensando di costruire la tua carriera nel settore immobiliare, devi sapere che alle opportunità di crescita economica devono corrispondere qualità personali e professionali apprezzate e sempre in crescita.

Per gli italiani che si affidano all'agente immobiliare, secondo l'indagine Fimaa/Nomisma, sono 5 gli attributi in testa alla classifica:

  1. Trasparenza (12%)
  2. Capacità di valutazione dell'immobile (11%)
  3. Disponibilità e professionalità nella gestione dei sopralluoghi (11%)
  4. Specifiche conoscenze del mercato (10%)
  5. Conoscenza approfondita dell'immobile proposto (9%)

Ecco questi aspetti dovrebbero guidarti nella scelta dell'agenzia immobiliare più idonea ad affrontare il mercato rispondendo ai desideri dei clienti.

Metodo, competenze e comunicazione

Il tallone di Achille di molte agenzie immobiliari è che sono sprovviste di un metodo di lavoro collaudato. Dall'acquisizione, alla gestione della relazione col cliente, all'assistenza negoziale, all'accertamento tecnico, fiscale e giuridico dell'immobile, non è infrequente incontrare approssimazione e superficialità.

Inoltre, la dimensione dell'agenzia, in termini di numero di persone che vi lavorano, ti indicherà se l'imprenditore ha un progetto aziendale in crescita oppure se manterrà una dimensione "familiare". Non si tratta di giusto o sbagliato, quanto di capire che possibilità di crescita professionale ed economica hai in un'agenzia poco strutturata e con una visione imprenditoriale limitata.

Durante i colloqui di selezione dovrai rispondere a molte domande. Fornisci informazioni chiare, ma impara anche tu a fare domande per comprendere cosa c'è dietro quel sorriso a 32 denti!

  1. Come vengono acquisiti gli immobili? Esiste un metodo utilizzato con successo?
  2. Quali sono le competenze che dovrò acquisire? In quanto tempo? 
  3. Qual è il processo di gestione documentale della pratica?
  4. Quali sono le tecnologie che mettete a disposizione di collaboratori e clienti?
  5. Quanti sono i corsi di formazione e aggiornamento che dovrò frequentare durante l'anno?
  6. Qual è il percorso di crescita aziendale previsto per i nuovi collaboratori?
  7. Qual è la permanenza media dei collaboratori in questa struttura?

Tutte queste domande, poste con garbo, ma in maniera ferma, ti aiuteranno a capire chi hai di fronte, quanta sincerità c'è nello "spot di presentazione", se esiste un progetto aziendale chiaro che ti permetta di sviluppare un percorso professionale soddisfacente in un periodo di tempo ragionevole.

L'intermediazione immobiliare è una grande opportunità occupazionale. Puoi coglierne tutti i vantaggi imparando a valutare ogni proposta di ingaggio, di annuncio di ricerca immobiliare, attraverso una buona preparazione alle varie fasi del colloquio. 

Chiarirti subito le idee ti aiuterà a non perder tempo e a scegliere la migliore agenzia immobiliare dove costruire la tua prossima carriera professionale!
 

Gerardo Paterna lavora da oltre 20 anni nel settore immobiliare. Oggi è tra i più riconosciuti blogger immobiliari e consulente per professionisti, aziende e startup innovative del real estate italiano. È co-fondatore di RETV, la web tv dell'immobiliare italiano e collabora con il Club di Mentor ed Esperti del Polihub, l'Innovation District & Startup Accelerator del Politecnico di Milano. Autore del libro "Comprare e Vendere casa - Luoghi comuni, protagonisti e verità di un mercato in continua evoluzione" (Dario Flaccovio Editore).

https://www.gerardopaterna.com
Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai le ultime news sul mercato immobiliare e del credito, sulle attività di marketing e tante curiosità sul mondo del real estate.