Curiosità

Rivoluzione 5G: come cambierà il mercato immobiliare?

Articolo di Gerardo Paterna 3 ottobre 2019

Perchè conoscere le implicazioni della rivoluzione 5g ti aiuterà a competere nel mercato immobiliare.

Il business è nell'aria

La rivoluzione 5G si annuncia come un cambiamento epocale nell'infrastruttura di comunicazione globale. Non si tratta solo di velocità di trasferimento dei dati (fino ad un picco di 20 gigabyte per secondo) e basse latenze, ma delle innumerevoli applicazioni collegate.

In Italia, questa tecnologia inizierà a diffondersi con gradualità dal 2020, anche se sul mercato vi sono già le offerte dei vari operatori di telefonia mobile.

Grazie al 5G, nella sola Europa, entro il 2025 si realizzeranno nuovi profitti per 225 miliardi di euro nei settori salute, energia, trasporti e automotive. Una ricaduta positiva per le casse dello Stato italiano c'è già stata: l'assegnazione delle frequenze 5G ha prodotto 6,5 miliardi di euro di nuove entrate.

La preoccupazione per la salute della popolazione è al vaglio dei ricercatori e posta all'attenzione del legislatore. Si tratterà di avviare una campagna di informazione estesa per non lasciare spazio a fake news e approssimazione.

Di fatto, il mercato è già proiettato verso il 5G, gli ambiti di applicazione sono molto interessanti ed il nostro quotidiano cambierà in modo radicale.

5G ed applicazioni pratiche

La rivoluzione 5G consentirà la connessione di 1 milione di dispositivi per chilometro quadrato. Velocità e superconnettività permetteranno l'utilizzo esteso di visite virtuali, realtà aumentata, controlli di accesso a monumenti e siti culturali.

Inoltre, nelle aree smart city, si potrà garantire il monitoraggio costante della pubblica illuminazione, del traffico, della gestione dei rifiuti, della sicurezza con l'uso dei droni e della videosorveglianza. L'utilizzo di braccialetti smart aiuterà a gestire eventi di massa ed emergenze.

Sarà possibile rilevare la qualità dell'aria, il microclima negli edifici storici, i parametri ambientali, monitorare lo stato delle infrastrutture pubbliche come reti idriche e ferroviarie, ponti e strade.

In ambito sanitario vi saranno applicazioni per le diagnosi remote e domiciliari. Si prevedono innumerevoli sviluppi nell'automazione in ambito agricolo e nella smart education.

Il mercato immobiliare in arrivo

La tecnologia 5G rafforzerà il concetto di casa intelligente (smart home) e produrrà una quantità eccezionale di nuovi dati, la cui aggregazione fornirà utili indicazioni sulle abitudini delle persone e sulla riqualificazione urbana.

Negli USA, ogni proprietario di casa ha almeno 10 dispositivi collegati ad internet. Non credo che le cose siano molto diverse in Italia: la presenza di computer desktop e notebook, di tablet e smartphone, di smart tv e accessori a comando vocale (Alexa di Amazon e Google Home), è diventata una cosa comune.
E ancora: frigoriferi collegati al web che fanno la spesa autonomamente, forni, cucine ed elettrodomestici controllati via smartphone, ma anche sistemi di allarme e videosorveglianza privati non sono più fantascienza o lussi per pochi. 

La rivoluzione 5G consentirà di trattare tutte queste connessioni con relativa semplicità e senza problemi di "banda". Si investirà di più in domotica e negli accessori "smart" per la casa.

La quantità di informazioni raccolta sarà una miniera d'oro digitale e nel contempo una sfida per le big data company, che si ritroveranno in un contesto senza precedenti, capace di produrre vantaggi competitivi per gli anni a venire.

La rivoluzione 5G sarà anche infrastrutturale, meno appariscente nelle dimensioni (rispetto alle grandi torri radio a cui siamo abituati), ma più densa nel numero di dispositivi presenti, per garantire uniformità alla copertura e costanza alla velocità di connessione.

Il parametro di "copertura" per gli immobili in vendita, potrebbe comparire nei portali di annunci immobiliari. Giardini, cortili e tetti di abitazioni unifamiliari potrebbero ospitare la nuova rete cellulare creando ulteriore redditività all'immobile.

C'è chi ipotizza che nel tempo, la rete 5G garantirà lo sviluppo delle flotte di veicoli a guida autonoma. E una volta che l'utilizzo di questa tecnologia sarà diffusa, la distanza non sarà più un fattore determinante per i futuri acquirenti di casa. La raccolta e trasmissione continua di dati significherà più sicurezza e velocità, in un contesto di traffico intelligente.

La rivoluzione 5G impatterà in modo significativo nel mercato immobiliare pubblico e privato. Saper interpretare per tempo le nuove tendenze significherà cogliere le opportunità in un contesto competitivo sempre più agguerrito.

Gerardo Paterna

Gerardo Paterna lavora da oltre 20 anni nel settore immobiliare. Oggi è tra i più riconosciuti blogger immobiliari e consulente per professionisti, aziende e startup innovative del real estate italiano. È co-fondatore di RETV, la web tv dell'immobiliare italiano e collabora con il Club di Mentor ed Esperti del Polihub, l'Innovation District & Startup Accelerator del Politecnico di Milano. Autore del libro "Comprare e Vendere casa - Luoghi comuni, protagonisti e verità di un mercato in continua evoluzione" (Dario Flaccovio Editore).

Visita il mio profilo