Mercato immobiliare

La digitalizzazione del mercato immobiliare non cancella il bisogno di fiducia

Articolo di Enrico Carugo 11 agosto 2020

Come la digitalizzazione sta rivoluzionando il lavoro e le abitudini dell’agente immobiliare.

Nuove abitudini

Durante la quarantena per l’emergenza Covid-19, abbiamo introdotto nuove abitudini. Con il graduale ritorno alla normalità, siamo tornati a vivere e a lavorare “normalmente”, ma alcune di quelle nuove abitudini sono rimaste.

Abbiamo vissuto esperienze che prima del Coronavirus erano impensabili. Ad esempio, avresti mai pensato di fare la fila al supermercato, da casa, tramite un’App? Oppure di ritrovarti per  un aperitivo con 10/15 amici, ma a casa, da solo, e collegato con loro in video? Se queste sono alcune novità della nostra vita quotidiana, nel lavoro cosa è cambiato?

Abbiamo vissuto due grandissime accelerazioni: lo smart working e la digitalizzazione.

Oggi ti parlo di come la digitalizzazione sta rivoluzionando il lavoro dell’agente immobiliare.

Ecco le tecnologie che hanno subìto un notevole incremento di utilizzo:

  • la firma elettronica e digitale;
  • le visite virtuali (ad esempio matterport e giraffe);
  • appuntamenti e open house virtuali tramite zoom o programmi simili.

Già nel mio articolo del 29 maggio scorso, ti parlavo di come “L'utilizzo della tecnologia consente di risparmiare tempo: pensa a più venditori collegati in Zoom simultaneamente per visionare un immobile, appuntamenti risparmiati e maggiore competizione tra gli acquirenti. Un acquirente deve poter scegliere la sua nuova casa comodamente dal proprio divano anche tramite virtual tour sempre più performanti, foto e video di alta qualità.”
La tendenza sta continuando anche durante l’estate, i clienti sono a loro volta abituati alla tecnologia, gli acquirenti preferiscono vedere più case possibili da pc o smartphone e tendono a limitare gli appuntamenti dal vivo solo alle case che gli interessano realmente. 
Questo induce anche l’agente immobiliare a ridurre gli incontri di persona e di conseguenza a frequentare meno l’ufficio lavorando in smart working.

Profezie e fiducia

Un recente articolo di Re2bit riporta un' indagine dove si ipotizza che senza digitale 1 agenzia immobiliare su 3 rischia la chiusura. La stessa indagine sostiene che "il 60% degli agenti ...è convinto che avere un’agenzia su strada non faccia la differenza nel concludere una transazione".
È innegabile che questo boom del digitale porterà le persone a cercare la casa o l’agente sul web anziché guardando le vetrine o entrando fisicamente in agenzia.

Tuttavia non dobbiamo sottovalutare un aspetto che rimane fondamentale, anche nel post Covid: il rapporto fiduciario tra esseri umani.

Che si manifesti di persona o digitalmente, la fiducia nell’agente immobiliare è sempre al centro dei pensieri dei clienti. Non è forse vero che chi compra casa si chiede sempre “non ci saranno sorprese vero?”.
Qui interviene l’agente dimostrando che ha fatto tutte le verifiche del caso.

Ma cosa succederebbe se insieme all’annuncio il cliente potesse verificare anche le credenziali dell’agente? 
Ti faccio l’esempio del ristorante. Quando devo scegliere dove cenare, mi informo sempre prima, tramite amici se qualcuno ci è stato (analogico) e tramite tripadvisor (digitale).

Di un agente immobiliare, quindi, un cliente si fida solo se:

  1. lo conosce già;
  2. gli è stato segnalato da altre persone (passaparola);
  3. ha una buona reputazione digitale.

Quest'ultimo aspetto è spesso sottovalutato ed è qui che il professionista attento alle nuove tendenze deve prestare attenzione.

Cosa puoi fare accrescere la tua reputazione

Non esiste ancora un tripadvisor immobiliare ma ci si può costruire una reputazione digitale tramite più strumenti:

  •  blog; 
  •  social network;
  •  recensioni dei clienti.

Costruire un proprio blog è sicuramente utile, ma non velocissimo da realizzare. Farsi riconoscere dalla rete come una voce autorevole necessita di tempo e cura dei contenuti. 

Tramite un giusto utilizzo dei social, Linkedin, Facebook e Instagram, ci si può creare una propria reputazione molto più velocemente, perchè tutti i clienti sono sui social e leggono quello che postiamo e condividiamo.

Puoi anche raggiungere velocemente tantissime persone utilizzando nel modo corretto le inserzioni sponsorizzate, ovvero gli annunci a pagamento.

I social media sono un modo velocissimo per prendere informazioni su una persona. Alza la mano se non hai mai cercato su Facebook una persona di cui volevi sapere di più! Quindi attento a cosa condividi! Ogni volta che ti schieri puoi guadagnare punti per alcune persone, ma perderne per altre. Ti consiglio una linea sobria e positiva.

Le recensioni sono fondamentali per la creazione della tua reputazione digitale. Ci sono due canali principali: Google business e Facebook.

Invita i tuoi clienti a lasciare una recensione sulla tua fan page di Facebook o su Google business dopo aver concluso una trattativa. Molte recensioni positive ti faranno guadagnare la fiducia di chi ti cerca via social network e sarà anche un piacere leggere cosa pensano di te i tuoi clienti.

Cerca di creare un rapporto umano anche nel mondo digitale. Che tu venga in contatto di persona o digitalmente, la fiducia e la sicurezza che sarai in grado di trasmettere sarà sempre fondamentale.

In conclusione: non sono pienamente d'accordo che senza "digitale" 1 agenzia su 3 rischia di chiudere. Penso che questo lo rischio lo corra chi non utilizza il digitale per creare rapporti personali con le persone.

Il digitale è la nuova strada per avere una reputazione positiva, è un supporto fondamentale per ottimizzare il lavoro e per far vivere una esperienza positiva al cliente. La persona soddisfatta parlerà bene dell’agente e lo consiglierà, sia digitalmente che col passaparola tradizionale.

Enrico Carugo

Consulente immobiliare dal 2005 e in RE/MAX Class dal 2007. Sono Relatore per RE/MAX University, la divisione di RE/MAX Italia che si occupa di formare e preparare i consulenti RE/MAX italiani. Il mio obiettivo è creare un rapporto di fiducia con i miei clienti ed aiutarli in una scelta importantissima della loro vita, cambiare casa. Penso sia importante farlo con il minor disagio possibile e per fare questo, l’atteggiamento è fondamentale. L’affrontare la vita con positività e con un sorriso aiuta a risolvere molti problemi. “Sorridere..voce del verbo nonostante tutto”

Visita il mio profilo