Agenti immobiliari

Diventare Agente Immobiliare a 50 Anni

Articolo di La Redazione 11 maggio 2021

Come trasformare la maturità in successo

Diventare agente immobiliare a 50 anni? Non è un'idea campata per aria. Secondo Forbes l'età media degli startupper di successo negli USA è di 45 anni!

Fuori dai luoghi comuni, lo studio The Silver Economy del 2018 voluto dalla Commissione Europea prevede che gli ultracinquantenni nel 2025 saranno il 43% della popolazione comunitaria e muoveranno 5.700 miliardi di euro in consumi. Il miglioramento delle condizioni generali di vita e salute consentono alle persone di continuare ad essere attive e produttive a lungo. Di fatto nessuno più si sente vecchio a 50 anni.

Come onorare questa soglia comunque importante nella vita? Se ti attira l’idea di un salto di qualità, di una nuova avventura, di una diversa prospettiva professionale, l'idea di diventare agente immobiliare a 50 anni potrebbe fare per te!

Un profilo di responsabilità e consapevolezza

Come diventare un agente immobiliare? Quali sono i requisiti? Sono compatibili con la seconda giovinezza?

Capacità relazionale e fiducia in sé stessi

L'esperienza di vita di una persona matura è un tesoro prezioso, su cui puoi e devi investire. A 50 anni hai già visto abbastanza mondo e persone da saper prendere le misure a colpo d’occhio. Sai bene come confrontare senza affrontare, chi sei e cosa vuoi.

La professione di agente immobiliare è fatta di relazioni interpersonali: con il cliente, con i colleghi, con i concorrenti, con i tecnici ed altri professionisti. Empatia, apertura mentale e assertività sono fondamentali in questo campo, ma non si imparano agli stage. Si sviluppano, curandoli vivendo, inserendoti in una squadra affiatata e competente, con la curiosità di un bambino e la sicurezza di un adulto.

Se possiedi questi requisiti sei già a metà strada: il mercato immobiliare non cerca rampanti ma solidità, i clienti non cercano burocrati del mattone, ma consulenti affidabili. In questo senso l’età ha il suo peso. Non solo: la fascia di età maggioritaria di chi compra o vende casa, è quella tra i 35 e i 55 anni: un agente coetaneo è in grado di capire le esigenze dei clienti per averle spesso già condivise.     

Metodo e posatezza

La professione immobiliare richiede una pluralità di competenze diverse, non si tratta solo di acquisire, vendere o affittare case e locali commerciali. Per stare dietro a tutto occorre una buona capacità di organizzare il lavoro, senza farsi prendere da ansie o fretta. Anche questa è un’arte che a 50 anni si è avuto tempo e modo di fare proprie.

Gestione dell’errore

Nessuno è esente dallo sbaglio, ma tutti abbiamo una sacrosanta paura di sbagliare. L’esperienza di vita rende consapevoli che gli errori davvero irredimibili sono in realtà pochissimi, che ogni cantonata insegna qualcosa e che la soluzione potrebbe aprire nuove possibilità. Quando te ne rendi conto, smetti di averne timore e, per uno strano meccanismo, ne commetti anche molti meno.

Consapevolezza dei limiti

A 50 anni si ha ormai ben chiaro di non essere dei superman, ma ci si conosce abbastanza da sapere anche quali sono i propri pregi da valorizzare e le proprie capacità da mettere in azione, senza supponenza. Questo aspetto è molto importante: la professione immobiliare non richiede solo di avere la personalità giusta, occorre anche una formazione e competenze tecniche specifiche da acquisirsi sul campo e mediante corsi. 

Se stai leggendo, probabilmente non sei del tutto digiuno in materia immobiliare: sai, per esempio, che serve ottenere una abilitazione professionale per svolgere questa attività. Vuol dire che dovrai studiare e, all’inizio, galoppare in affiancamento a qualcuno che potrebbe avere poco più della metà dei tuoi anni, per imparare la pratica del mestiere.

Volontà e passione, spirito d’avventura e curiosità

Adesso non pensare che, lette queste poche righe, diventare agente immobiliare a cinquant’anni sia uno schiocco di dita. Non sarà facile! Ma proprio per questo potrebbe essere il motivo per farlo. Se stai pensando ad un nuovo cammino professionale, è chiaro che non sei di quelli che contano i giorni che mancano alla pensione. Bensì hai intraprendenza e curiosità da soddisfare, non ti basta il tuo quotidiano e vuoi metterti in gioco in qualcosa che ti appassioni e ti appaghi, sia dal punto emotivo sia dal punto di vista economico. Con questi requisiti non ti spaventerai certo all’idea di affrontare un lavoro dove l’elemento informatico e digitale è sempre più presente ed indispensabile. Sono sicuro che, se già non ne sei esperto, diventarlo sarà per te un’altra sfida appassionante.

Diventare agente immobiliare a 50 anni si può! Può essere impegnativo iniziare e mille cautele potrebbero frenarti ma, se leggendo ti sei riconosciuto, la visione di un nuovo orizzonte è forte in te. Non indugiare e affronta la sfida, magari iniziando proprio nella rete RE/MAX. Scopri se facciamo per te! 

Fonti: Approfondimento di Forbes - Studio The Silver Economy 
 

La Redazione