Mercato immobiliare

Covid-19 e immobiliare: la crisi tra opportunità e cambiamenti

Articolo di Davide Renna 9 marzo 2020

I miei 12 consigli ai titolari di agenzie immobiliari per fronteggiare il Coronavirus

Il Cigno nero

In questi primi mesi del 2020 oramai la parola più ricercata è Coronavirus. Non è mia intenzione entrare nel merito del problema da un punto di vista scientifico (per quello ci sono esperti e scienziati ai quali deve andare soltanto la nostra attenzione) e neppure fare un’analisi statistica dei contagiati, del tasso di mortalità e calcoli matematici tenendo conto del fattore R0; bensì il mio obiettivo è quello dare degli spunti di riflessione sulla sfida che siamo chiamati ad affrontare da un punto di vista economico e mentale.

Si è parlato del Corona Virus come di un Cigno Nero che stravolgerà l’economia mondiale ed impatterà in modo prepotente sull’economia del nostro Paese (commercio e turismo sono i settori più a rischio). Tuttavia, intervistato da la Repubblica, Nassim Nicholas Taleb, l'inventore dell’espressione, ha affermato che "Il coronavirus non è un cigno nero" in quanto manca di una connotazione essenziale: l'imprevedibilità. Ma cosa si intende per Cigno Nero? Non è altro che un evento inatteso in grado di travolgere tutto e tutti, cambiare la storia e riscrivere le regole.

La crisi che stiamo vivendo potrebbe essere paragonata a quella del 2008. Tuttavia, a mio modesto parere, questa crisi sarà peggio, molto peggio. Una crisi che, a differenza di quella finanziaria del 2008, ha un approccio bottom-up ossia dal basso verso l’alto. I primi ad essere toccati da questa situazione, infatti, sono stati i commercianti, le Pmi, gli alberghi e tutta quell’economia reale della nostra nazione che da un momento all’altro ha assistito ad una paralisi generale. Tuttavia, non credo sia possibile stabilire ad ora se si tratti di uno shock dal lato dell’offerta, dovuto alla frattura della filiera produttiva (supply chain) e all’assenza dal lavoro di tante persone contagiate, oppure se dal lato della domanda, dovuto ai provvedimenti presi dal governo per limitare il contagio.

Cogliere la sfida per cogliere le opportunità

In molte città italiane anche le agenzie immobiliari hanno registrato un calo della domanda concretizzatosi nell’annullamento degli appuntamenti. Questa non è altro che una conseguenza dell’angoscia dei nostri connazionali nei confronti di questo virus. Come avete potuto notare non ho usato il termine “paura” ma “angoscia”. Infatti, se la paura è uno strumento di difesa da un qualcosa che si conosce, l’angoscia nasce nel momento in cui si combatte un nemico sconosciuto.  


Vi starete chiedendo: “Ok Davide, grazie per la lezione. Quindi?”.
Quindi è necessario cambiare il nostro approccio mentale. Mettere da parte l’angoscia, lasciare la paura come sistema di difesa, essere prudenti ascoltando i consigli di esperti e scienziati (https://bit.ly/2TzmXwS) e, soprattutto, trasformare una minaccia in opportunità.
È facile? Assolutamente no, ma potrebbe essere semplice. A mio avviso, infatti, è necessario approcciare a situazioni come questa che stiamo vivendo con pensiero positivo e con una visione a lungo termine: la crisi non durerà per sempre ma dal cambiamento che avverrà non si potrà tornare indietro.
Come ogni crisi, quindi, è necessario individuare quelle che sono le opportunità da cogliere adottando le giuste strategie. È necessario percepire questa situazione come una fase di cambiamento alla quale siamo chiamati per ridisegnare il nostro modello organizzativo sociale ed economico.

Ecco, di seguito, alcuni consigli che mi sento di dare ai titolari delle agenzie immobiliare ma che potrebbero essere utilizzati – modificandone i servizi e il core business - anche da altre categorie e imprenditori di altri settori:

  • Ridisegnare il proprio business: questa crisi ci mette davanti ad una dura realtà. Non tutti sono pronti ad affrontare il futuro e le sue avversità. Quindi è arrivato il momento di prenderti del tempo, sederti e ridisegnare il tuo business, renderlo più fluido, più snello ed in grado di affrontare i cambiamenti. Ridisegna processi e pianifica investimenti in ambito tecnologico.
  • Realtà virtuale: utilizza la VR come strumento di prevenzione e di competitività sul mercato. Puoi utilizzare, infatti, la VR sia per le riunioni a distanza sia per far fare i tour degli immobili ad eventuali acquirenti.
  • Valorizza il tuo tempo: quante cose stavi rimandando perché troppo preso dagli impegni quotidiani? Ecco questa può trasformarsi nell’occasione che stavi aspettando. Fermati un momento e investi del tempo per pianificare la tua crescita, metterti in pari con l’amministrazione e fare delle riunioni a distanze con consulenti marketing per implementare una strategia di brand positioning. Puoi, inoltre, dedicarti maggiormente alla tua preparazione, imparando cose nuove e lavorando sulla tua crescita professionale tramite i tantissimi corsi online o divorando libri (oramai con gli ebook non hai più scuse).
  • Smart working: offri ai tuoi dipendenti e collaboratori la possibilità di lavorare da remoto, iniziando anche in modo graduale. Sfrutta questo periodo per testare il lavoro agile e monitora il rapporto produttività-costi! Ricorda che è meglio prevenire, piuttosto che curare.
  • Collaborazione: fare rete per contrastare la crisi oggi risulta essere di fondamentale importanza. Così come la crisi è partita dal basso, è vero anche che per contrastarla e resistere occorre unire le forze. Metti da parte lo snobismo per dar spazio alla cooperazione.
  • Comunica in modo efficace con i tuoi clienti e coi tuoi collaboratori: cura con estrema attenzione la comunicazione nei loro confronti. Contatta le persone, utilizza una comunicazione aperta, trasmettendo loro tutta la tua attenzione ma soprattutto tutta la tua tranquillità. Descrivi esattamente come stanno le cose e informali di tutti i provvedimenti a livello nazionale e locale.
  • Non accettare MAI provvigioni basse: pur di vendere qualcosa, potresti pensare di spingere verso il basso le tue provvigioni. Dopotutto, poco è meglio di niente! Questo ragionamento potrebbe andar bene in taluni casi, anche se è evidente che il calo di appuntamenti non dipende dal prezzo, ma da un immobilismo generale che impedisce alle persone di spostarsi da casa. Ad ogni modo, se stai pensando di abbattere i prezzi per i prossimi giorni vicini, fai molta attenzione alle spese e al tuo posizionamento sul mercato.
  • Informati dalle giuste fonti e mantieni la calma: in mezzo a tanto rumore mediatico, mantieni una visione oggettiva della situazione. Qual è l’atteggiamento più utile, per noi e per la nostra azienda da tenere in questa fase? Nessun superfluo allarmismo, ma una ricerca oggettiva delle fonti. Consulta solo siti ufficiali come quello dell’Organizzazione Mondiale della Sanità o il sito del Ministero della Salute. Fottitene del resto.
  • Prenditi cura del tuo portafoglio immobiliare: hai pensato di poter utilizzare questo periodo per fare piccoli interventi di Home Staging, rinfrescare lo styling del tuo portafoglio immobiliare per esser pronto nel momento della vendita? Organizza servizi fotografici di alto livello, migliora i tuoi annunci sui portali online e dedicati a tutte quelle attività che in altri momenti avresti avuto difficoltà a pianificare e a svolgere. Quando questo stop temporaneo finirà, sarai pronto per accogliere al meglio i tuoi clienti e sarai un passo avanti ai tuoi colleghi.
  • Concentrati sull’acquisizione: è il momento di acquisire incarichi. Che tu sia a Milano, Roma, Napoli o Bari ora potrai acquisire incarichi a buon prezzo. Punta a rimpinguare il tuo portafoglio immobiliare offrendo ad i tuoi clienti tutte le attenzioni che meritano.
  • Gestisci al meglio i collaboratori: in questa fase puoi organizzare dei corsi di formazione interni (seguendo le regole di prevenzione previste) oppure far seguire corsi online ai tuoi collaboratori. Fai con loro degli incontri one-to-one (almeno 2 mt di distanza, non scordarlo) per comprendere come stanno vivendo questa situazione.
  • Imponiti come obiettivo quello di creare serenità nel tuo ambiente di lavoro anche attraverso la formazione. Perché no, magari in questo periodo noterai qualche talento a cui delegare in futuro eventuali attività.
  • La cassa è realtà: monitora con molta attenzione il tuo cashflow dopo aver determinato il fabbisogno di cassa per superare al meglio questa crisi.

Ora che hai a disposizione alcuni strumenti per superare questo momento, ti chiedo soltanto un’altra cosa: sii prudente, non ti allarmare e soprattutto non fermarti perché, stanne certo, il Coronavirus rimarrà solo un brutto ricordo.

Davide Renna

Classe 1991. Un sognatore a Milano, dal sangue salentino. Laureato in Economia e Management Aziendale, ho conseguito un Master in Business Management. Amo il mare in tutte le sue forme, ma con la voglia di apprezzare la montagna in tutte le sue vette. Un inguaribile irrequieto, rifuggo la noia. Alla continua ricerca di avventure e nuove sfide con me stesso. Il Blog è una di queste.”

Visita il mio profilo