Agenti immobiliari

Virtual Open House come risposta al distanziamento sociale

Articolo di Claudia Sanna 6 aprile 2020

Se non possiamo aprire le porte in Open House, spalancheremo gli schermi dei nostri clienti.

Come cambiano le Open House al tempo del Covid-19

É risaputo: le Open House sono parte integrante della strategia di marketing di tanti consulenti immobiliari. In America tutte le case si vendono in Open House; anche in Italia oramai le Open House hanno preso piede e gli acquirenti conoscono e apprezzano questa modalità “ aperta” di visitare le case. 

Perché l'Open House ha tanto successo?
Perché è un modo alternativo e funzionale di vedere la casa in un unico mega appuntamento, in totale libertà. Le persone possono perlustrare la casa con tutta la calma possibile, facendosi raggiungere da amici e parenti direttamente sul luogo. Il consulente immobiliare rimane a disposizione per dare tutte le informazioni e risposte possibili offrendo un'assistenza immediata. Usualmente viene allestito un rinfresco che rende la visita ancor più accogliente. L’acquirente, tramite le altre visite in contemporanea, può rendersi conto se la quella casa riscuote successo, e dunque ha tutti gli strumenti per prendere una decisione consapevole anche in termini di prezzo.
D’altra parte, l’Open House, viene apprezzata dal venditore per ottimizzare i tempi di vendita (evitando un via vai di visite singole) e raggiungere il maggior prezzo di mercato.

Come possiamo fare adesso che siamo tenuti a rispettare il distanziamento sociale?

Le cose da fare sono 3:

  1. Responsabilità - La prima cosa a cui dobbiamo pensare adesso  è la sicurezza. Vogliamo (e dobbiamo) rivedere i servizi che renderebbero difficile praticare il distanziamento sociale. Ognuno di noi, compresa la comunità immobiliare, ha una responsabilità collettiva ed un ruolo da svolgere per ridurre l’impatto di COVID-19.
     
  2. Virtual Open House - La tecnologia ha fatto passi da gigante in termini di realtà virtuale e realtà aumentata. Oggi la risposta all'impossibilità di fare un Open House reale è il Virtual Open House, con strumenti che consentano di vedere la casa comodamente e in sicurezza tramite il proprio telefono o pc. Durante il Virtual Open House il cliente può passare agevolmente  da una stanza all’altra, da un piano all’altro. La realtà virtuale e la realtà aumentata consentono una navigazione coinvolgente, i visitatori possono spostarsi all’interno degli ambienti muovendo le frecce semplicemente con un touch o con l’utilizzo del mouse. Il tour in 3D  consente di potersi concentrare su determinate aree, si possono vedere le altezze, i dettagli, gli affacci e gli esterni. Grazie al video si può vedere il punto esatto della strada, il portone d’ingresso, l’esposizione e tutti gli elementi che solitamente si valutano in un normale sopralluogo. La realtà virtuale riesce a offrire una sensazione più concreta e immersiva rispetto alle fotografie statiche.

    In alternativa ai Virtual Tour o altri video professionali, possiamo chiedere la collaborazione del venditore affinchè faccia lui stesso un video con il suo telefono mostrando l’abitazione in tutti i suoi lati.  Esistono diversi strumenti e piattaforme già in uso dai più evoluti agenti immobiliari; tra questi i più apprezzati  sono Realisti.co, Matterport.com, Giraffe360.com, GoiGuide.com. Infine ricordati di chiedere ai visitatori virtuali se dispongono di visori Samsung GearVR o altri cardboard: in questo caso l’esperienza reale, credimi, è assicurata.
     
  3. La descrizione dell’immobile oggi più che mai deve essere dettagliata e minuziosa di tutti i particolari: dagli aspetti generali, ai materiali utilizzati per le rifiniture. Alla descrizione va allegata la planimetria con tutte le misure della casa, parete per parete, nicchia per nicchia; vanno indicate tutte le misure e le distanze utili per gli arredi. Ricorda che le persone non possono, in questo momento, fare un sopralluogo. Le planimetrie fornite devono essere in scala, preferibilmente in 3D per dare la possibilità all’acquirente di  vedere la casa in maniera completa, anche dall’alto, come se fossero lì di persona. Tutto questo unito ad un video che faccia vedere la collocazione esatta tramite street view.

Come organizzare un Virtual Open House?

  • Organizza una diretta. Oramai siamo diventati esperti della piattaforma zoom.com: potremo organizzare lì una diretta dove trasmettere il nostro video; in alternativa potremmo organizzare una diretta su facebook, o  instagram, o skype, o altre APP apposite.

Si stabilisce una data e un orario preciso e si crea l’evento, che verrà sponsorizzato su tutti i canali possibili. Tutti i potenziali acquirenti parteciperanno alla diretta, “entrando” in casa nello stesso momento; in questo modo potranno  rendersi conto se ci sono altri “competitors”, proprio come in una reale Open House. Questa diretta è coordinata dal consulente immobiliare che risponde in tempo reale ad ogni domanda; l’unica cosa che mancherà saranno le  cortesie gastronomiche per gli ospiti.

  • Prima dell’Open House il consulente immobiliare si deve accertare che tutti gli acquirenti abbiano preso visione della descrizione dettagliata, delle fotografie e della planimetria; ricorda che il tempo è prezioso anche da remoto. Adesso più che mai gli acquirenti sono selettivi.

  • Prepara tutta la modulistica editabile, organizzati con la firma elettronica riconosciuta e accettata dai sistemi di registrazione. Mi raccomando: informa tutti gli acquirenti sulla possibilità concreta di fare un'offerta sicura e a tutti gli effetti di legge.

I dati che riguardano le offerte virtuali sono minimi, ma il bisogno di vendere e comprare casa rimane vivo per migliaia di persone. I video e i virtual tour e la firma elettronica sono semplicemente dei nuovi mezzi ai quali ci stiamo abituando.


In attesa di poter riaprire le case con i dovuti protocolli di sicurezza, continuiamo a prenderci cura dei nostri cari clienti con il sorriso e l'attenzione di sempre. Vi aspettiamo alle nostre prossime Virtual Open House, ricordandoti che “L’inverno si trasforma sempre in primavera”!

Claudia Sanna

Agente Immobiliare per scelta dopo un percorso universitario in Psicologia Clinica. In RE/MAX dal 2014, vivo ogni esperienza immobiliare con etica, ambizione, allegria, pazienza, perfezionismo ed una punta di testardaggine da buona sarda che si rispetti. Nel lavoro come nella vita: “Il Sorriso è la causa, non l’effetto della felicità”. (D. Ikeda)

Visita il mio profilo